Incentivi e Detrazioni FISCALI

incentivi-detrazioni-bonus-fiscali

La Legge di bilancio 2020 (Legge 160/2019) ha disposto la proroga di un anno (al 31 dicembre 2020) delle detrazioni del 50% per le ristrutturazioni edilizie e delle detrazioni del 50 % e 65 % per il risparmio energetico.

 

Attenzione: per ottenere le detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico dei lavori effettuati a partire dal 1° gennaio 2018, la legge di bilancio 2018 (Legge 27 dicembre 2017, n. 205) ha introdotto l’obbligo di trasmettere all’ENEA per via telematica le informazioni sugli interventi che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia. 

conto-termico

Conto Termico 2.0

Grazie al Conto Termico 2.0 – un contributo statale che riconosce agevolazioni fiscali in caso di interventi di efficientamento termico di edifici esistenti e sistemi di riscaldamento – è possibile riqualificare un edificio, per migliorarne le prestazioni energetiche, con un doppio vantaggio: una riduzione dei consumi e il recupero, in tempi brevi, di parte della spesa sostenuta.

Il Conto Termico 2.0 incentiva, per tutti i soggetti, interventi legati alla produzione di energia termica da fonte rinnovabile, quali sono le pompe di calore, utilizzabili sia per il raffrescamento estivo sia per il riscaldamento invernale. L’installazione di queste ultime deve però avvenire, come detto, in edifici esistenti e in sostituzione – parziale o totale – di impianti di riscaldamento, interessando pompe di calore ad alta efficienza con COP > 3,9.

Non trattandosi di una detrazione fiscale, il soggetto richiedente percepirà direttamente l’incentivo dal Gestore Servizi Energetici (GSE) con rate annuali da 2 a 5 anni o, se l’importo dell’incentivo non supera 5.000€, in un’unica rata.
Per ulteriori informazioni visita il sito del GSE

Incentivi e Detrazioni FISCALI

 www.gse.it

Detrazione del 50% 

La detrazione fiscale per riqualificazioni energetiche di edifici esistenti, detta anche Ecobonus, consiste in una detrazione dall’Irpef o dall’Ires delle spese di intervento sostenute per edifici esistenti.
Anche l’acquisto di un climatizzatore può godere di tale detrazione fiscale, a condizione che il climatizzatore acquistato sia una pompa di calore ad alta efficienza e si sostituisca, totalmente o parzialmente, l’impianto di riscaldamento invernale. Il limite massimo di detrazione ammissibile è di 30.000 €, corrispondente una spesa massima di circa 46.000 € per ciascuna unità immobiliare. Anche in questo caso, l’Ecobonus viene erogato in 10 rate annuali di pari importo, a partire dall’anno stesso in cui è stata sostenuta la spesa.

Per maggiori informazioni consulta la guida alle ristrutturazioni edilizie dell’Agenzia delle Entrate disponibile sul 

www.agenziaentrate.gov.it.

Incentivi e Detrazioni FISCALI

Detrazione del 65 % 

Fruibile esclusivamente da persone fisiche, per un importo massimo detraibile fino a 96.000 €, la detrazione del 50% interessa le spese sostenute in ambito di ristrutturazione edilizia.  Sono quindi incluse le spese per l’acquisto, l’installazione o la sostituzione di climatizzatori o sistemi a pompa di calore, in quanto considerati «interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici, con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia». Tale detrazione, erogata in 10 rate annuali di pari importo, verrà corrisposta sotto forma di decurtazione dell’Irpef, a partire dall’anno stesso in cui è stata sostenuta la spesa.

Per maggiori informazioni consulta la guida alle ristrutturazioni edilizie dell’Agenzia delle Entrate disponibile su

www.agenziaentrate.gov.it.

         

 

 

 

                                                                                  

Scopri Tutte le nostre offerte con Iva ed Installazione COMPRESA  Finanziabili a TASSO ZERO

>>SCOPRI DI PIU'<<

Hai bisogno di aiuto?    BASTA UN CLICK!

X

Compila il modulo per richiedere INFORMAZIONI

Oppure chiama allo 051 751246.